Skip links

SPECIAL EIDERS

PHOTOGRAPHIC TOUR: SPECIAL EIDERS

Una spedizione fotografica focalizzata sull’avifauna acquatica stagionale come il Re degli Edredoni, l'Edredone di Steller, l'Edredone Comune e la Moretta Codona.

Un viaggio per tutti gli amanti della fotografia e della natura.

DURATA: 7 giorni
NUMERO MASSIMO DI PARTECIPANTI: 7 PAX
NUMERO MINIMO DI PARTECIPANTI: 6 PAX

PERIODO: 3-9 febbraio/18-24 febbraio/25 febbraio-2 marzo/3-9 marzo/10-16 marzo
PERNOTTAMENTI: Hotel – Guesthouse
TRASPORTI: Van SKUA Nature – Barca
PASTI: Ristoranti – Al sacco
DIFFICOLTÀ: Facile – Supporto di guide esperte del territorio
PREZZO: 2.820€

INFORMAZIONI: Ufficio SKUA: info@skuanature.com
+39 0141 918349

PER INFO E PRENOTAZIONI info@skuanature.com

A febbraio, il Re degli Edredoni, una delle meraviglie del Mare del Nord, mostra il suo piumaggio colorato creando un magico contrasto con le acque ghiacciate e innevate. Con esso, di uguale importanza, l’Edredone di Steller, il più piccolo della famiglia degli Edredoni, che è seriamente minacciato da un calo del suo areale riproduttivo, principalmente a causa del cambiamento climatico. Questi due insoliti uccelli marini trascorrono la maggior parte dell’inverno nel Mare di Barents, che si estende dalla Norvegia settentrionale alla Russia artica, ma iniziano il loro viaggio verso la penisola siberiana alla fine di marzo. Mentre, gli Edredoni Comuni e le Morette Codone possono essere osservati tutto l’anno nella penisola di Varanger e si riuniscono in fine con le due specie sopra elencate a febbraio. Inoltre, in questo mese le giornate si allungano, ripristinando la regolarità delle ore diurne. Le tempeste di neve e la formazione di ghiaccio sulle coste del Mare del Nord sono le condizioni ideali per fotografare questi uccelli marini, sia da un capanno fotografico galleggiante che durante una gita in barca.

In questa escursione unica dedicata agli Anseriformi stagionali, viaggeremo attraverso le acque ghiacciate del Mare di Barents per fotografare le stelle del mese in una moltitudine di situazioni meteorologiche e angolazioni diverse. I primi piani del loro piumaggio sfumato saranno possibili da capanni fotografici galleggianti mentre le spedizioni in barca ci permetteranno di osservare da vicino i grandi gruppi mentre si nutrono e sfuggono a predatori come le Foche Grigie.

Durante la nostra avventura fotografica, vedremo Renne e Aquile di Mare nascoste nella taiga e nella tundra innevate. Incontreremo uccelli come la Ghiandaia Siberiana, il Ciuffolotto delle Pinete e l’Ulula che svernano nei boschi finlandesi, così come la Pernice Bianca e la Lepre Variabile le quali si vestono di bianco per mimetizzarsi con la candida neve invernale. Tutte queste attività si svolgeranno in un paesaggio ghiacciato con i loro cieli che si tingono di verde brillante di notte grazie allo straordinario riflesso dell’aurora boreale.

Viaggeremo alla ricerca di Edredoni e Morette Codone, sempre accompagnati dalle nostre guide, professionisti della fotografia e dell’ornitologia. Non perdere l’occasione di vivere questa avventura con noi nella Norvegia più selvaggia!

Quota di partecipazione
Quota base: 2,820 €

La quota comprende

  • trasporti in loco ed escursioni
  • autisti e guida esperta in avvistamento di fauna selvatica
  • alloggio per 5 giorni
  • sessioni in capanni fotografici
  • materiali per le esperienze/attività nordiche
  • biglietti d’ingresso ai siti/attività in cui sono richiesti permessi di accesso
  • colazioni, pranzi e cene


La quota non comprende

  • voli di andata e ritorno
  • assicurazione di viaggio
  • mance

L’itinerario può subire modifiche in base alle condizioni meteo e alla presenza e abbondanza di avifauna nei luoghi che visiteremo.

Itinerario in breve

Ivalo-Kaamanen-Kongsfjord-Berlevag-Batsfjord-Vardo-Ekkeroy-Vadso-Kaamanen-Ivalo

Giorno 1

Il nostro viaggio inizierà a Ivalo, alle 8:30. Contatta l’ufficio a info@skuanature .com per organizzare un punto d’incontro dove la guida ti verrà a prendere per iniziare il tour.
Una volta che il gruppo di fotografi e ornitologi sarà al completo, ci dirigeremo nella taiga innevata, una terra che caratterizzerà la prima parte della nostra avventura che inizierà 250 km a nord del Circolo Polare Artico. Lungo il percorso, ci fermeremo ad ammirare e godere delle geometrie che
ghiaccio e neve disegnano nel paesaggio. Con un po’ di fortuna, troveremo il Merlo Acquaiolo e faremo la prima tappa a Kaamanen. La Ghiandaia Siberiana, il Ciuffolotto delle Pinete la Cincia Siberiana e l’Organetto Artico frequentano le mangiatoie per uccelli installate dal ristorante locale. Anche gli scoiattoli rossi affollano questi luoghi, permettendoci di scattare foto straordinarie sia in posa che in azione.
Avremo quindi una sessione fotografica esclusiva in un nuovo capanno fotografico alla base del ristorante che consente di fare ritratti ad alta risoluzione nel bosco invernale di Kaamanen.
Dopo pranzo, cammineremo in giro per l’area di alimentazione e faremo foto da diverse prospettive, questa volta in completa libertà intorno al capanno, poiché questi uccelli sono molto abituati alle persone. La luce della sera ci aiuterà a scattare foto impressionanti di questi uccelli senza disturbarli. Nel pomeriggio saliremo sul nostro furgone e ci dirigeremo verso la Norvegia del Nord, dove con un po’ di fortuna saremo accolti dall’aurora boreale al confine con la Finlandia. In serata arriveremo a Kongsfjord, dove ceneremo e trascorreremo i primi tre giorni del nostro viaggio.

Giorno 2

Dal nostro alloggio, a Kongsfjord, guideremo verso il vicino villaggio di Berlevåg, la città più settentrionale della Norvegia continentale. Il viaggio in auto è uno dei momenti salienti del viaggio: la strada si snoda attraverso tre piccoli fiordi dove neve e stalattiti di ghiaccio ricoprono le rocce
frastagliate e le scogliere del Mare di Barents. Le valli glaciali formate milioni di anni fa, ora ospitano Aquile di Mare, Girfalchi e mandrie di Renne.
Due capanni fotografici galleggianti nel porto di Berlevåg ci permetteranno di fotografare specie come il Re degli Edredoni, l’Edredone di Steller, l’Edredone Comune e la Moretta Codona, nonché le Foche Grigie che tentano di predare gli uccelli nel porto. Cercheremo anche diverse
specie di Gabbiano in quest’area, poiché sono comuni gli individui di Gabbiano Glauco e di Gabbiano d’Islanda. Per sfruttare al meglio la luce, faremo una prima sessione fotografica fino a mezzogiorno e poi un pranzo al sacco al capanno. Dopo pranzo, faremo una passeggiata per i vari moli per fotografare gli uccelli marini da diverse angolazioni. Ci sarà poi l’opportunità di tornare al capanno e fotografare gli uccelli mentre le luci del molo si riflettono nell’acqua, aggiungendo nuovi colori alle tue foto. In serata torneremo a Kongsfjord, dove dopo cena cercheremo l’aurora boreale negli altipiani innevati, uno dei paesaggi più belli e suggestivi della Norvegia.

Giorno 3

Prima dell’alba, inizieremo il nostro viaggio verso est su una strada panoramica mozzafiato dove avremo l’opportunità di fotografare vasti gruppi di Renne, Alci e Pernici Bianche.
Una volta arrivati nella località di Båtsfjord, avremo un’altra sessione fotografica dalle piattaforme del molo, questa volta incentrata sul Re degli Edredoni, Edredone di Steller, Edredone Comune e Moretta Codona. Le colorate residenze del quartiere conferiranno sfumature all’acqua del porto, generando riflessi caldi che accentueranno il piumaggio bianco di questi uccelli marini.

Pranzeremo poi in un ristorante vicino per riscaldarci e rigenerarci prima di iniziare una nuova avventura fotografica nel pomeriggio: cercheremo la stessa specie, ma questa volta navigando lungo la costa del Mare di Barents. Saremo così in grado di fotografare uccelli marini in vasti gruppi, in volo e anche da vicino, ma soprattutto da ogni angolazione.

Durante il nostro viaggio di ritorno a Kongsfjord nel pomeriggio, attraverseremo le montagne innevate della Norvegia settentrionale, che offrono prospettive eccezionali per la fotografia paesaggistica. Una volta arrivati, potremo fare una piacevole passeggiata lungo la spiaggia con le
nostre macchine fotografiche in mano per fotografare piccoli gruppi di Piovanelli Violetti.

Giorno 4

Lasceremo Kongsfjord al mattino per dirigerci verso Vadso e Vadsoya, scendendo verso sud. Faremo una sosta a Nesseby, dove visiteremo dall’esterno la suggestiva e tipica chiesa con il cimitero, mentre nei dintorni andremo alla ricerca di Edredoni Comuni e Piovanelli Violetti.
Successivamente raggiungeremo Vadso e Vadsøya, un’isola sulla costa meridionale della penisola Varanger continentale dove con un po’ di fortuna fotograferemo la Lepre variabile e Re degli Edredoni, Edredoni comuni e Morette Codone. Passeremo Kiberg prima di raggiungere Vardo dove avvisteremo Foche grigie nel secondo insediamento più grande nel comune di Vardo.

Giorno 5

Salperemo dal porto di Vardo per un escursione in barca per fotografare Re degli Edredoni e foca grigia.

Dopo un pic nic, visiteremo Vardo, tra variopinti paesini di pescatori nella tundra ricoperta di neve, osserveremo molte specie di uccelli e animali artici come renne, lepri variabili, foche, aquile di mare sempre assistiti da personale esperto pronto a fornire consigli e informazioni utili a fotografare al meglio la fauna locale. Vardø è un’isola collegata alla terraferma da un tunnel sottomarino, che nei secoli è stato un punto di riferimento per gli esploratori dell’artico. Avremo modo di apprezzare e fotografare numerosi murales di artisti locali e internazionali dipinti sulle pareti delle case in legno. Vardø, famosa per il suo forte dalla caratteristica pianta a forma di stella e il monumento alle streghe, scopriremo una storia sanguinosa ma estremamente affascinante di queste terre. Trascorreremo qui la notte, alla ricerca di panorami diversi dopo cena per fotografare l’aurora boreale sopra antichi edifici o vecchie navi da pesca.

Giorno 6

In mattinata lasceremo Vardo per ritornare in Finlandia e nelle sue foreste.
Attraverseremo Neiden, un villaggio nella zona Sami lungo il confine tra Finlandia e Norvegia con circa 250 abitanti. Neiden, situato lungo il fiume Neiden, probabilmente ghiacciato, ci permetterà scatti con panorami unici. Arriveremo a Kaamanen nel primo pomeriggio, dove avremo la possibilità di provare i nostri hides fotografici nella foresta.

I capanni si trovano vicino al Neljän Tuulen Tupa, un piccolo albergo finlandese. La struttura è immersa nella natura incontaminata, dove regna il silenzio, rendendola ancora più magica e offrendo un’esperienza unica a chiunque vi soggiorni. L’hotel è famoso a livello internazionale per
la possibilità di osservare alcune delle specie di uccelli più ricercate delle foreste boreali, come il Ciuffolotto delle Pinete e la Ghiandaia Siberiana.

L’area è divisa in due parti:una di fruizione gratuita, senza limitazioni e rispettando l’esperienza che fino ad oggi tutti i fotografi hanno potuto provare gratuitamente, mentre è stata definita un’area ad accesso limitato che offre la possibilità di fotografare con più facilità e da più vicino le diverse
specie target dell’area. Scendendo una scalinata si arriva a un antico cottage in legno, dove si potrà scegliere tra sedersi all’aria aperta per fotografare le specie grazie all’allestimento di mangiatoie e posatoi, oppure entrare nella casa per accede al capanno fotografico.

Giorno 7

Partiremo presto la mattina direzione Ivalo, individuando gli ultimi branchi di Renne nella taiga finlandese e, forse, qualche Merlo Acquaiolo sui fiumi gelidi intorno a Ivalo. Arriveremo all’aeroporto prima di mezzogiorno, ci saluteremo in vista della prossima avventura insieme!

Re degli Edredoni, Edredone Comune, Edredone di Steller, Moretta Codona, Piovanello Violetto, Pernice Bianca, Lepre Variabile, Aquila di Mare Coda Bianca, Ulula, Ghiandaia Siberiana, Cincia Siberiana, Ciuffolotto delle Pinete, Organetto Artico e Renna.

  • Obiettivi fotografici: per la fotografia di fauna selvatica si raccomandano obiettivi di almeno 400mm. Per la fotografia di paesaggio e aurore boreali, si raccomanda un obiettivo corto o grandangolare.
  • Abbigliamento adatto alle attività all’aperto. Le temperature si mantengono al di sotto di 0°C e possono raggiungere i -20°C. È molto importante scegliere un abbigliamento che garantisca comfort e sicurezza.
  • Torcia frontale, ramponi da ghiaccio, crema protettiva contro il freddo e/o idratante.
  • Verificare i possibili documenti richiesti a seguito della pandemia da COVID-19.
  • È necessaria un’assicurazione di viaggio.
  • Consigliamo vivamente di prenotare voli che consentano il rimborso in caso di cancellazione o cambio di itinerario.

Si consiglia di arrivare a Ivalo il giorno prima e di pernottare in uno dei seguenti hotel: Hotel Ivalo e Hotel Kultahippu in modo tale da ritrovarci con le guide la mattina alle 8:30 pronti per partire.
Vi chiediamo di comunicare la vostra decisione di pernottamento a info@skuanature.com

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato!

Iscriviti ora!