Skip links

PUFFINS IN THE SNOW

PHOTOGRAPHIC TOUR: PUFFINS IN THE SNOW

Un'esperienza unica a fine inverno tra i fiordi norvegesi alla ricerca della fauna artica più selvaggia.

Un viaggio per tutti gli amanti della fotografia e della natura.

DURATA: 7 giorni
NUMERO MASSIMO DI PARTECIPANTI: 7 PAX
NUMERO MINIMO DI PARTECIPANTI: 6 PAX
PERIODO: 16-22 marzo/23-29 marzo/31 marzo-6 aprile
PERNOTTAMENTI: Hotel – Guesthouse
TRASPORTI: Van SKUA Nature – Barca
PASTI: Ristoranti – Al sacco
DIFFICOLTÀ: Facile – Supporto di guide esperte del territorio
PREZZO: 2.820 €
INFORMAZIONI: Ufficio SKUA: info@skuanature.com
+39 0141 918349

PER INFO E PRENOTAZIONI info@skuanature.com

Trascorsa metà della stagione fredda, il sole riappare all’orizzonte sul Mare di Barents e, dopo la lunga notte polare, i giorni si alternano di nuovo alla luce e all’oscurità. Nei climi ghiacciati della penisola del Varanger, nel nord della Norvegia, le valli e le scogliere indossano ancora i loro cappotti invernali, ricoperti di neve e ghiaccio, e di notte il cielo si colora di smeraldo dalla spettacolare aurora boreale.

Preparati per un’indimenticabile spedizione a 400 km a nord del Circolo Polare Artico, dove fotograferemo oltre 40 specie diverse. Dopo aver attraversato la taiga finlandese e le sue vaste foreste sempreverdi che ospitano la Ghiandaia Siberiana e il Ciuffolotto delle Pinete, arriveremo nella regione del Finnmark, che in antico norvegese ha dato il nome alla terra dei Sami, noti anche come “pastori di renne”. Visiteremo quindi Kongsfjord, una piccola comunità di pescatori con alcuni degli edifici più antichi della Norvegia, dove trascorreremo metà del nostro viaggio. Guideremo verso Berlevag, la città più settentrionale della Norvegia, a pochi gradi a sud del famoso Capo Nord, dove fotograferemo il Re degli Edredoni e l’Edredone di Steller da un capanno fotografico galleggiante.

Faremo un giro in barca nelle acque intorno a Båtsfjorden per osservare da vicino altri uccelli marini della regione del Varanger come la Moretta Codona e l’Edredone Comune. Seguiremo le tracce delle Lepri Variabili e delle Pernici Bianche, la cui pelliccia bianca si fonde con la tundra innevata. Nell’ultima parte del nostro viaggio, guideremo intorno al Varangerfjord alla ricerca dell’Aquila di Mare, dell’Ulula e della Poiana Calzata. Infine, visiteremo Hornøya, il gioiello della migrazione primaverile norvegese, con la sua colonia di oltre 100.000 uccelli marini. Questo è un luogo unico nel suo genere in cui potremo fotografare centinaia di Pulcinelle di Mare, Gazze Marine, Urie e Marangoni dal Ciuffo tra le nevi di fine inverno.

Sempre accompagnati dalle nostre guide, esperte in fotografia e ornitologia, cerchiamo la grande diversità della fauna norvegese. Non perdere questa occasione, contattaci oggi stesso!

Quota di partecipazione
Quota base: 2.820 €

La quota comprende

  • trasporti in loco ed escursioni
  • autisti e guida esperta in avvistamento di fauna selvatica
  • alloggio per 7 giorni
  • sessioni in capanni fotografici
  • materiali per le esperienze/attività nordiche
  • biglietti d’ingresso ai siti/attività in cui sono richiesti permessi di accesso
  • colazioni, pranzi e cene


La quota non comprende

  • voli di andata e ritorno
  • assicurazione di viaggio
  • mance

L’itinerario può subire modifiche in base alle condizioni meteo e alla presenza e abbondanza di avifauna nei luoghi che visiteremo.

Itinerario in breve

Ivalo-Kaamanen-Kongsfjord-Berlevag-Batsfjord-Vardø-Hornøya-Ekkeroy-Vadsœ-Kaamanen-Ivalo

Giorno 1

Il nostro viaggio inizierà a Ivalo, dove il gruppo verrà recuperato presso il loro alloggio dopo la colazione alle 8:30. A seconda dei voli che ogni partecipante ha prenotato e dalla scelta di pernottamento a Ivalo, contattate l’ufficio a info@skuanature .com per organizzare un punto d’incontro dove la guida ti verrà a prendere per iniziare il tour.

Una volta che il gruppo di fotografi e ornitologi sarà al completo, ci dirigeremo nella taiga innevata, una terra che caratterizzerà la prima parte della nostra avventura che inizierà 250 km a nord del Circolo Polare Artico. Lungo il percorso, ci fermeremo ad ammirare e godere delle geometrie che ghiaccio e neve disegnano nel paesaggio. Con un po’ di fortuna, troveremo il Merlo Acquaiolo e faremo la prima tappa a Kaamanen.

La Ghiandaia Siberiana, il Ciuffolotto delle Pinete la Cincia Siberiana e l’Organetto Artico frequentano le mangiatoie per uccelli installate dal ristorante locale. Anche gli scoiattoli rossi affollano questi luoghi, permettendoci di scattare foto straordinarie di questi acrobati sia in posa che in azione. Avremo quindi una sessione fotografica esclusiva in un nuovo capanno fotografico alla base del ristorante che consente di fare ritratti ad alta risoluzione nel bosco invernale di Kaamanen.

Dopo pranzo, cammineremo in giro per l’area di alimentazione e faremo foto da diverse prospettive, questa volta in completa libertà intorno al capanno, poiché questi uccelli sono molto abituati alle persone. La luce della sera ci aiuterà a scattare foto impressionanti di questi uccelli senza disturbarli. Nel pomeriggio saliremo sul nostro furgone e ci dirigeremo verso la Norvegia del Nord, dove con un po’ di fortuna saremo accolti dall’aurora boreale al confine con la Finlandia. In serata arriveremo a Kongsfjord, dove ceneremo e trascorreremo i primi tre giorni del nostro viaggio.

Giorno 2

Dal nostro alloggio, a Kongsfjord, guideremo verso il vicino villaggio di Berlevåg, la città più settentrionale della Norvegia continentale. Il viaggio in auto è uno dei momenti salienti del viaggio: la strada si snoda attraverso tre piccoli fiordi dove neve e stalattiti di ghiaccio ricoprono le rocce frastagliate e le scogliere del Mare di Barents. Le valli glaciali formate milioni di anni fa, ora ospitano Aquile di Mare, Girfalchi e mandrie di Renne.

Due capanni fotografici galleggianti nel porto di Berlevåg ci permetteranno di fotografare specie come il Re degli Edredoni, l’Edredone di Steller, l’Edredone Comune e la Moretta Codona, nonché le Foche Grigie che tentano di predare gli uccelli nel porto. Cercheremo anche diverse specie di Gabbiano in quest’area, poiché sono comuni gli individui di Gabbiano Glauco e di Gabbiano d’Islanda. Per sfruttare al meglio la luce, faremo una prima sessione fotografica fino a mezzogiorno e poi un pranzo al sacco al capanno. Dopo pranzo, faremo una passeggiata per i vari moli per fotografare gli uccelli marini da diverse angolazioni.

Ci sarà poi l’opportunità di tornare al capanno e fotografare gli uccelli mentre le luci del molo si riflettono nell’acqua, aggiungendo nuovi colori alle tue foto. In serata torneremo a Kongsfjord, dove dopo cena cercheremo l’aurora boreale negli altipiani innevati, uno dei paesaggi più belli e suggestivi della Norvegia.

Giorno 3

Prima dell’alba, inizieremo il nostro viaggio verso est su una strada panoramica mozzafiato dove avremo l’opportunità di fotografare vasti gruppi di Renne, Alci e Pernici Bianche.

Una volta arrivati ​​nella località di Båtsfjord, avremo un’altra sessione fotografica dalle piattaforme del molo, questa volta incentrata sul Re degli Edredoni, Edredone di Steller, Edredone Comune e Moretta Codona. Le colorate residenze del quartiere conferiranno sfumature all’acqua del porto, generando riflessi caldi che accentueranno il piumaggio bianco di questi uccelli marini.

Pranzeremo poi in un ristorante vicino per riscaldarci e rigenerarci prima di iniziare una nuova avventura fotografica nel pomeriggio: cercheremo la stessa specie, ma questa volta navigando lungo la costa del Mare di Barents. Saremo così in grado di fotografare uccelli marini in vasti gruppi, in volo e anche da vicino, ma soprattutto da ogni angolazione.

Durante il nostro viaggio di ritorno a Kongsfjord nel pomeriggio, attraverseremo le montagne innevate della Norvegia settentrionale, che offrono prospettive eccezionali per la fotografia paesaggistica. Una volta arrivati, potremo fare una piacevole passeggiata lungo la spiaggia con le nostre macchine fotografiche in mano per fotografare piccoli gruppi di Piovanelli Violetti.

Giorno 4

Al mattino presto, guideremo lungo la costa settentrionale del Varangerfjord fino al villaggio di Vardø, che si trova su un’isola collegata alla terraferma da un tunnel sottomarino. Attraverseremo una varietà di paesaggi incontaminati lungo le scogliere del Varangerfjord, che costeggiano il vasto fiume Tana. Qui potremo fotografare la maestosa Aquila di Mare e, si spera, il Beccofrusone. Presteremo molta attenzione alla vegetazione circostante dell’area della tundra prima di Tana, poiché una coppia di Ulula è stata continuamente osservata durante l’inverno ed è abbastanza facile da fotografare.

Quando raggiungeremo Vardø, dove trascorreremo due notti, disfaremo le valigie e pranzeremo prima di iniziare un’altra avventura in mare. Questa volta, faremo un giro in barca di un’ora intorno all’isola di Hornøya.

Sull’isola vivono più di 100.000 uccelli marini. Pulcinelle di mare, Urie comuni (incluso il morpho “imbrigliato”), Urie di Brünnich, Gazze Marine, Gabbiani Tridattili e Marangoni dal Ciuffo possono essere fotografati qui. Le piccole baie ai suoi piedi, dove il mare e le montagne si incontrano, servono come aree di raccolta e riposo per molti uccelli marini, Foche Grigie e Foche Comuni, che cercheremo di localizzare dalla nostra barca. Sbarcheremo poi sull’isola con le ultime luci del tramonto per esplorare la terra e la sua gente. Questa è un’opportunità irripetibile per sperimentare con la fotografia con controluce, sfruttando anche i primi uccelli migratori che sbarcano sull’isola. Questo breve viaggio a Hornøya ci aiuterà a decidere le foto che vorremmo scattare il giorno successivo quando avremo completa libertà e tempo.

Torneremo al nostro alloggio a Vardø per la cena prima di partire alla scoperta di nuovi luoghi per catturare l’incredibile aurora boreale.

Giorno 5

Ci imbarcheremo presto al mattino per immortalare i vasti gruppi di Edredoni che si radunano nelle acque costiere di Hornøya. Faremo un giro in barca di due ore per avvistare da vicino Urie Comuni, Pulcinelle di Mare e Marangoni dal Ciuffo. Potremo fotografare questi uccelli marini in volo e nuotare in mare aperto. Se siamo fortunati, potremmo anche vedere grandi cetacei come balene e focene. Sbarcheremo verso mezzogiorno sull’isola di Hornøya, dove avremo tutto il tempo per esplorare i dintorni e scattare le foto che abbiamo scelto. Sarà un’occasione irripetibile per fotografare i rituali di corteggiamento delle coppie, come lo scambio di doni o la lotta per il territorio delle numerose specie di uccelli marini, circondate dalla neve. Navigheremo intorno a questa bellezza del Mare di Barents fino al pomeriggio in modo che ti possa godere il ​​ pranzo al sacco.

Torneremo a Vardø la sera per passare la notte e fare le valigie prima di lasciare il villaggio il giorno successivo per iniziare il nostro viaggio in Finlandia.

Giorno 6

Visiteremo le scogliere di Ekkerøy all’alba, dove oltre 10.000 coppie di Gabbiani Tridattili creano una grande colonia su una parete a picco sull’increspato mare di Barents. Quando nevica, i fiocchi di neve fanno da sfondo eccellente per gli scatti di questi uccelli in volo.

Visiteremo poi il porto di Vadsø per cercare l’Edredone Comune e l’Edredone di Steller. Più significativamente, andremo alla ricerca della Lepre Variabile, che, nascosta nella tundra ghiacciata con la sua pelliccia bianca, ci darà eccezionali possibilità fotografiche.

Dopo pranzo, inizieremo la discesa verso il ristorante di Kaamanen, dove ceneremo e pernotteremo. Durante il viaggio, saremo alla ricerca di specie quali la Renna e l’Alce, oltre alle opportunità dei meravigliosi dintorni per la fotografia paesaggistica. Se la luce ci è favorevole, potremo fare un altro servizio fotografico degli uccelli della foresta vicino al ristorante.

Passeremo la serata dell’ultima notte in terre nordiche alla ricerca dell’aurora boreale, questa volta negli immensi boschi finlandesi.

Giorno 7

Partiremo presto la mattina direzione Ivalo, individuando gli ultimi branchi di Renne nella taiga finlandese e, forse, qualche Merlo Acquaiolo sui fiumi gelidi intorno a Ivalo. Arriveremo all’aeroporto prima di mezzogiorno, ci saluteremo in vista della prossima avventura insieme!

Re degli Edredoni, Edredone Comune, Edredone di Steller, Moretta Codona, Uria Comune, Uria Nera, Uria di Brünnich, Gazza Marina, Pulcinella di Mare, Gabbiano Tridattilo, Piovanello Violetto, Pernice Bianca, Lepre Variabile, Aquila di Mare Coda Bianca, Ulula, Ghiandaia Siberiana, Cincia Siberiana, Organetto Artico e Renna.

  • Obiettivi fotografici: per la fotografia di fauna selvatica si raccomandano obiettivi di almeno 400mm. Per la fotografia di paesaggio e aurore boreali, si raccomanda un obiettivo corto o grandangolare.
  • Abbigliamento adatto alle attività all’aperto. Le temperature si mantengono al di sotto di 0°C e possono raggiungere i -20°C. È molto importante scegliere un abbigliamento che garantisca comfort e sicurezza.
  • Torcia frontale, ramponi da ghiaccio, crema protettiva contro il freddo e/o idratante.
  • Verificare i possibili documenti richiesti a seguito della pandemia da COVID-19.
  •  È necessaria un’assicurazione di viaggio.
  • Consigliamo vivamente di prenotare voli che consentano il rimborso in caso di cancellazione o cambio di itinerario.

Si consiglia di arrivare a Ivalo il giorno prima e di pernottare in uno dei seguenti hotel: Hotel Ivalo e Hotel Kultahippu in modo tale da ritrovarci con le guide la mattina alle 8:30 pronti per partire.
Vi chiediamo di comunicare la vostra decisione di pernottamento a info@skuanature.com

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato!

Iscriviti ora!